Jesolo 2018 si colora d'azzurro

08 Giugno 2018

Il DT allo Sviluppo Stefano Baldini e le azzurre Daisy Osakue (uno dei due capitani insieme a Filippo Randazzo) e la veneziana Rebecca Borga a poche ore dall'inizio delle gare.

Jesolo si colora d'azzurro. In mattinata l'arrivo della delegazione italiana ha dato una sferzata all'atmosfera della cittadina veneziana alla vigilia dei Campionati del Mediterraneo Under 23: l'Italia Team che parteciperà alla terza edizione della rassegna è composto infatti da 80 atleti, giunti a Jesolo nelle stesse ore in cui il Direttore Tecnico Giovanile e allo Sviluppo Stefano Baldini incontrava la stampa - a Villa Sorriso - accompagnato da Gabriella Dorio e da Daisy Osakue e Rebecca Borga, chiamate a rappresentare (rispettivamente nelle vesti di capitano e di atleta di casa) una squadra tanto numerosa quanto agguerrita. Dopo gli interventi ufficiali del presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera Alfio Giomi, del co-presidente MAU Bernard Amsalem, del Sindaco della Città di Jesolo Valerio Zoggia, del Segretario Generale MAU Jean Gracia, del General Director Vito Vittorio e dell’Assessore allo Sport del Comune di Jesolo Esterina Idra, gli azzurri hanno presentato la due giorni dal punto di vista tecnico e agonistico. 

“Sono molto soddisfatto – commenta il Direttore Tecnico allo Sviluppo Stefano Baldini - del lavoro fatto fino ad oggi: abbiamo visto già ai Campionati di categoria di Agropoli, nello scorso fine settimana, delle prestazioni tecniche di pregio. L’Italia è molto competitiva in tutte le discipline, e gareggerà in uno stadio che molti dei ragazzi già conoscono bene grazie alle manifestazioni giovanili organizzate qui negli ultimi anni. L’Italia - continua Baldini - è ben rappresentata dai suoi capitani: Daisy Osakue, già a un soffio dai 60 metri del disco e capace di un deciso salto di qualità, e Filippo Randazzo, che speriamo trovi qui a Jesolo le condizioni per tornare oltre gli 8 metri nel lungo. Due atleti già attrezzati per le rassegne assolute, come dimostra lo standard per gli Europei di Berlino ottenuto da Osakue. Ma la nostra è una squadra di tante punte: penso ai due pesisti Fabbri e Bianchetti, al campione europei dei 400 metri U20 Vladimir Aceti, alle due giovanissime del giavellotto Visca e Zabarino… fortunatamente i nomi da fare sarebbero tanti".

 "Sono molto fiera di indossare questa maglia - le parole di Daisy Osakue -. Sono arrivata una settimana fa da San Antonio, in Texas, per gareggiare al Golden Gala. Lanciare all'Olimpico, tra le migliori al mondo, è stata un'esperienza incredibilmente emozionante e formativa. Poi ho fatto tappa ai Campionati Italiani di Agropoli e ora arrivo a Jesolo con tanta voglia di gareggiare vestita d'azzurro. Per me sarà un test importante in vista degli Europei di Berlino". 

"Siamo pronti e speriamo di riuscire emozionare il pubblico - le fa eco Rebecca Borga -. Molti di noi conservano bellissimi ricordi di Jesolo, grazie ai Campionati Giovanili organizzati negli ultimi anni. Vogliamo farci valere e tenere alto il nome dell'Italia. Venite a tifarci allo Stadio Picchi!". 

I BIG STRANIERI - Intanto, già nel pomeriggio, gli azzurri hanno “assaggiato” la rinnovata pista dello Stadio Picchi che da domani ospiterà le gare, mescolandosi alle nazionali straniere per un breve allenamento. A Jesolo sono attesi infatti alcuni protagonisti del panorama internazionale, anche a livello assoluto, come la giavellottista turca Eda Tugsuz che nella passata stagione ha raggiunto la finale mondiale a Londra, chiusa al quinto posto, ma anche la connazionale pesista Emel Dereli (bronzo agli Europei di Amsterdam). Sempre nei lanci, in gara due discoboli che hanno vinto il titolo mondiale under 20: il croato Martin Markovic nel 2014 e la montenegrina Kristina Rakocevic due anni fa. Una campionessa iridata, ma nello sprint, è la turca Mizgin Ay (oro nei 100 ai Mondiali U18 della scorsa estate) che se la vedrà con la spagnola Paula Sevilla (campionessa europea under 23 della 4x100). Tornano in Italia, dopo essere saliti sul gradino più alto podio agli ultimi Europei U20 di Grosseto, la serba Milica Gardasevic (lungo) e il francese Wilfried Happio (400hs). La squadra transalpina punta anche sul campione europeo under 23 di cross Jimmy Gressier, qui in gara nei 5000 metri, sull’astista Alioune Sene (5,70 di record personale) affiancato dal 18enne figlio d’arte Thibaut Collet, sull’ostacolista Laura Valette (PB 13.04 e oro olimpico giovanile dei 100hs nel 2014). Nei 400 metri attenzione al turco Batuhan Altintas, bronzo europeo under 20 nel 2015, e all’algerino Slimane Moula, campione arabo junior. Sulla pedana del lungo in azione l’algerino Yasser Triki, argento alle Universiadi, che vanta un personale di 8,03. Al femminile, la siepista israeliana Adva Cohen è scesa nettamente sotto i 10 minuti nell’attività di college oltreoceano (9:52.37) e la marciatrice Chahinez Nasri ha già indossato la maglia della Tunisia nei principali eventi globali, dalle Olimpiadi di Rio ai Mondiali di Londra.

TV E STREAMING - I Campionati del Mediterraneo Under 23 verranno trasmessi su Rai Sport con quattro ore di sintesi televisiva. La prima giornata andrà in onda martedì 12 giugno, dalle 14.45 alle 16.45; la seconda giornata sarà trasmessa mercoledì 13 giugno, dalle 14.45 alle 16.45. Telecronaca di Franco Bragagna con il commento di Guido Alessandrini. Oltre allo spazio sulle reti Rai, la rassegna verrà trasmessa integralmente, in diretta streaming su Atletica TV, la web tv ufficiale della FIDAL, all’indirizzo www.atletica.tv.

FOTO/GalleryISCRITTI/Entries – ORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News

www.maujesolo2018.com #maujesolo2018

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

 




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate